Blog: http://KrilliX.ilcannocchiale.it

Tocqueville, un termometro per il popolo della libertà

I blogger – si dice spesso -  sono autoreferenziali. E’ vero. Ma chi non lo è nel mondo dell’informazione italiana? Sono anni, ormai, che i giornalisti si scrivono addosso: non per il lettore che comprerà il giornale il giorno dopo, ma per l’amico, il collega, il politico di turno. Messaggi trasversali con il pretesto dell’informazione.    

I blogger – si dice spesso – hanno la sindrome dell’editorialista dei poveri. E’ vero. Ma chi non ce l’ha nel mondo dell’informazione italiana? Dove veline e tronisti diventano maestri del pensiero e danno lezioni di vita.

Tocqueville dal vivo è un po’ come quella che vedete in rete. Almeno così è parsa a KrilliX sabato pomeriggio quando un pezzo della città dei liberi si è riunita a Roma. Ha tutti i difetti dei blogger e tutti i difetti di una comunità composta di individualisti. E’ ision o senza Casabertà eriggio. Berlusconi) del popolo del centrodestra (direbbero oggi Fni e Casini).o, di saper rappresentarencasinata, litigiosa, allegra, noiosa, petulante, polifonica, schizofrenica.

In questi giorni così confusi per il centrodestra e durante il dibattito di sabato pomeriggio, Tocqueville ha dimostrato di saper interpretare le mille anime del mondo liberal-conservatore italiano, rilanciare tutte le voci che lo animano, rappresentare tutti gli stati d’animo, tutte le paure, tutte le speranze e tutti gli umori che lo hanno attraversato dalla rivoluzione del predellino in poi

KrilliX ne convinta. Tocqueville è preziosa per capire quel che passa nella mente e nel cuore del popolo della libertà. Ma anche per continuare a costruire un futuro comune.

 
Ps. Se invece di questo pippone, volete sapere cosa è accaduto sabato potete guardare e ascoltare la registrazione di Radio Radicale o di Radio weblog. E leggere i post di The Right Nation, Mondopiccolo, Brugnols e Creonte. Eppoi, ovviamente, leggere anche Dagospia. Mentre Calamity, assente, rosica. E l'Anarca si sente (troppo) straniero.
Ppss. C'è anche Mithrandir.


Pubblicato il 26/11/2007 alle 23.29 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web